Cinema

In Darkness e la Storia fatta senza i sé

By 28/01/2013No Comments

In DarknessIn questi giorni è nelle sale cinematografiche In Darkness, la nuova pellicola della regista Agnieszka Holland (autrice di opere come Poeti dall’inferno e Europa, Europa) e candidata agli Oscar nella categoria Miglior Film Straniero.

Tratto dal romanzo Nelle fogne di Lvov di Robert Marshall e dedicato alla memoria dell’attivista polacco Marek Edelman, il film narra la storia dell’ispettore fognario Leopold Socha che, per sbarcare il lunario in tempo di guerra, ruba nelle case dei ricchi e in quelle degli ebrei, costretti all’esilio nel ghetto e poi falciati dalla follia omicida dei nazisti.

Avvicinato da un vecchio compagno di cella, l’ufficiale ucraino Bortnik, gli viene promessa una lauta ricompensa se troverà e denuncerà alla Gestapo gli ebrei sfuggiti ai rastrellamenti. Eppure Socha, inizialmente mosso dal dio denaro, decide di nascondere undici di loro in un settore angusto delle fognature, in cambio di cibo e silenzio. I tempi di guerra e la sopraffazione, porteranno Socha ad ammorbidire il suo animo…

Avvolta da un’inquietante senso di claustrofobia ottenuta da un particolare uso della luce, la pellicola della Holland torna a raccontare una delle pagine più oscure e drammatiche della storia dell’umanità: l’orrore della Shoah. La regista non cede a facili buonismi: attraverso il conflitto interiore che consuma Socha (figura che incarna luci e ombre dell’essere umano), Holland analizza e sviscera con la minuzia di un chirurgo il Male Assoluto e la Speranza, due concetti antitetici di uguale intensità.

E proprio in una giornata come quella di ieri, dedicata alla Memoria, è opportuno tornare a domandarsi il valore di questi due aspetti, che in una lotta infinita tendono ad annullarsi vicendevolmente. Eppure la Holland decide di far prevalere la Speranza, attraverso la splendida immagine di chiusura della pellicola, in cui Socha porta a rivedere la luce la più piccola dei reclusi.

Per citare The Smiths, “there is a light that never goes out“.

Lascia un commento

© 2020 Paolo Micheli Sindaco
Mandatario elettorale
Piero Micheli