CambiamentoRottamiamoli

Meritano proprio di essere spazzati via.

By 21/10/2012No Comments

Ieri hanno pubblicato il regolamento per le primarie 2012.

Tutti gli osservatori sono concordi nell’affermare che è un regolamento fatto per scoraggiare il voto libero e proteggere le truppe cammellate: in poche parole, è una gran porcata.

Mi spiace per Nichi Vendola, che è stato candidato due volte in Puglia con regole che ora non vanno più bene.

E mi spiace soprattutto per Pierluigi Bersani. Con questo terrore del voto ostacolato da norme grottesche, si è piegato al poliziotto cattivo e ha dimostrato di essere un leader fragile: comunque vadano le primarie le ha già perse.

Alcuni esempi.

Al secondo turno potranno votare solo “coloro che dichiarino di essersi trovati, per cause indipendenti dalla loro volontà, nell’impossibilità di registrarsi all’Albo degli elettori entro la data del 25 novembre, e che si registrino in due giorni compresi tra il 27/11 e il 01/12“.

Ci si potrà registrare anche il giorno del voto, ma in una sede diversa dal gazebo in cui si voterà.

Hanno impedito il voto ai sedicenni (che invece potevano votare nelle precedenti primarie), come giustamente ricorda anche Pippo Civati.

Infine non ci si crede che nel 2012 online si possa fare tutto tranne che registrarsi all’albo degli elettori del centrosinistra.

Alle primarie di Prodi nel 2005 andarono a votare in 4 milioni. Nel 2009 per Veltroni votarono in 3 milioni. Se a queste andranno a votare meno di 3 milioni di chi sarà la responsabilità? In nome di un patto di sindacato ora viene respinto chi in pieno spirito PD attrae nuovi consensi.

Nichi, Pierluigi, si può sapere di cosa avete paura?

Lascia un commento

© 2020 Paolo Micheli Sindaco
Mandatario elettorale
Piero Micheli