PoliticaSegrate

Sempre più aerei nel nostro cielo

By 10/09/2012No Comments

«Linate blocca il rilancio di Malpensa»: “Finalmente un Ministro che sulla vicenda aeroporti milanesi dice cose sensate“, scrive Eugenio nella sua pagina Facebook, precisando: “Se in questi anni fossero stati fatti investimenti sui collegamenti Milano-Malpensa anzichè buttare via soldi con Alitalia ed altro, a quest’ora saremmo a posto. La proposta prevede che a Linate resti solo la navetta Milano-Roma“.

L’aeroporto di Linate nell’ultimo anno ha superato quello di Malpensa come hub, cioè come punto di transito per destinazioni di lungo raggio, soprattutto extraeuropee (La Repubblica Milano, 31 agosto) . Quando Malpensa era stata rilanciata (Malpensa 2000, investimenti per 1,5 miliardi di €uro) un decreto Bersani aveva previsto un forte ridimensionamento di Linate ponendo un tetto alle destinazioni europee (due al giorno per ogni vettore). Ma il decreto è stato via via aggirato. Molte linee offrono voli europei con coincidenze per città di tutto il mondo, soprattutto per il Nordamerica; Alitalia poi ha “prestato” al partner Air France molti dei propri diritti di decollo.

Malpensa rimane largamente in testa come numero annuo di passeggeri (19 milioni contro 9) ma Linate ha visto aumentare i propri passeggeri del 34% in due anni (2009-2011), mentre i voli nel 2011 sono aumentati quasi del 10% e di un altro 4% nel primo semestre del 2012.

E noi segratesi? Siamo sotto, a prenderci l’aumento di rumore e di inquinamento.

La nostra Amministrazione Comunale può o avrebbe potuto far qualcosa per evitare questo recente aumento di traffico? Difficile dirlo, la materia è complessa in questa storia infinita che ci vede sempre più perdenti.

Fino a un anno fa Segrate, Milano comune e provincia, regione Lombardia e governo nazionale avevano tutti la stessa maggioranza politica; ora che Alessandrini è diventato Indipendente, mentre molto è cambiato sia a Milano che a Roma, per lui è meno facile trovare ascoltatori in piena sintonia.

Tuttavia il nostro sindaco dal 2008 è vicepresidente dell’ANCAI (Associazione Nazionale Comuni Aeroportuali Italiani) e ne segue frequentemente i lavori a Roma. Il Comune di Milano, socio di maggioranza della SEA, è danneggiato da questa situazione, proprio perchè SEA incassa meno dai voli brevi, di transito, rispetto a quelli diretti intercontinentali. Anche Regione e Governo da anni puntano su Malpensa. Ci sono quindi molti possibili alleati in un’azione che tenda a diminuire i voli da Linate, in numero oltre che nel rumore.

E’ in gioco la qualità della vita della nostra città ed è arrivato il momento di valutare attentamente questa situazione per prendere iniziative decise.

Lascia un commento

© 2020 Paolo Micheli Sindaco
Mandatario elettorale
Piero Micheli